EnglishFrenchGermanItalianSpanish

Videomapping made in Salento

Published on agosto 13th, 2012

La nuova frontiera dell’arte mescolata alla tecnologia è sbarcata in Salento. Il primo esperimento di videomapping in terra leccese si è svolto in occasione dello Streamfest Zero Dodici. L’autore, Andrea Carpentieri, ha realizzato uno spettacolare progetto in grado di coniugare il fascino dell’architettura antica con i linguaggi contemporanei dell’arte e della musica elettronica.

L’esperimento ha interessato uno dei palazzi che si affacciano sull’antico teatro romano di Lecce: l’edificio ha preso vita grazie ad un gioco di luci, colori ed immagini in 3D. La struttura si è trasformata in un reticolo di luci, cristalli che si ripetono, si sgretolano a ritmo di musica, regalando sensazioni uniche allo spettatore.  L’installazione ricorda molto lo stile della Street Art e ben si integra con le sonorità elettroniche, rimarcando le tematiche del festival itinerante di cultura elettronica e arti digitali.

Andrea Carpentieri è giovane visual artist e fondatore di Insynch Lab, un collettivo artistico nato nel laboratorio del Dipartimento di Nuove Tecnologie dell’Accademia di Belle Arti di Brera. Insynch Lab è il frutto di una naturale aggregazione di diverse competenze votate alla ricerca e alla sperimentazione di nuove tecnologie applicate all’arte e al design.

Marianna Colagrande

Ti è piaciuto? Aggiungi un commento!

comments