EnglishFrenchGermanItalianSpanish

Alberto Garcia-Alix solo show

Published on maggio 12th, 2012

Madrid anni ’80, la dittatura franchista è ormai alla fine. Il passaggio alla democrazia segna nei giovani una voglia sfrenata di libertà, nascono movimenti culturali; la libertà di espressione è sentita nella musica , nel cinema, nell’arte e ancor di più nella vita quotidiana. Il movimento è frenetico, non si ferma all’alba, la movida è travolgente, tutte le notti il cuore batte all’impazzata e schizza fuori dai corpi in delirio. Le strade sono l’immagine migliore di tutti i cambiamenti. La capitale spagnola diventa simbolo dell’apertura alla modernità. Artisti come Almodovar, Joaquín Sabina, Garcia-Alix si riversano nelle strade e colgono tutti i segni del cambiamento. Emergono squilibri che si reggono su dualismi distruzione-creazione, drammi del vissuto che si perdono in miscele provocatorie imperniate di alcool, musica, arte e droga. Lo spirito maledetto della movida anni ’80 è ritratta nei volti fotografati per le strade da Alberto García-Alix. Nella galleria milanese Camera 16 (via Pisacane, 16), dal 6 giugno al 27 luglio 2012, saranno presentate quindici sue opere che ritraggono alcune delle roadstars del popolo della notte madrilena. Non mancate!

T.iG.er

Ti è piaciuto? Aggiungi un commento!

comments