EnglishFrenchGermanItalianSpanish

Padova Vintage Festival

Published on settembre 11th, 2011

Passato e contemporaneo si intrecciano e rivivono nella seconda edizione del Vintage Festival di Padova (9-10-11 settembre).

vintageLa contemporaneità delle forme estetiche fa sì che fotografia, cinema, moda, musica e design siano rappresentate in unico quadro che potrebbe intitolarsi lifestyle. Ma sarebbe limitante, al Vintage Festival di Padova è possibile dibattere e discorrere sulle nuove tendenze guardando ad un passato superato, ma così presente. E così nell’ombelico del mondo ci si ritrova con la creatività espressa nelle più svariate forme. Ci si diverte ad osare senza preoccuparsi di rivedersi come in una fotografia dei nostri nonni giovani e sprint pronti a trascorrere la serata ballando in casa in una festa tra amici. Ogni arredo, ogni abito, ogni comportamento segue delle regole, ma tutto è fuori da ogni regola; ed è facile parlare di trasgressione senza provare; parleremo quindi di libertà di immagine, o libertà di essere quello che ci pare. Il vintage si fa osando, abbinando, seguendo l’istinto delle forme. Rimanere fermi su canoni già consolidati permette l’inizio dell’evoluzione, ma è con la creatività espressa che puntiamo allo sviluppo in un futuro liquido. “L’andare oltre” suggerisce nuove vie, il futuro è nella trasformazione.

vintageNella mostra-mercato allestita nel Palazzo San Gaetano, opera del ‘500 dell’architetto Scamozzi, sarà possibile immergersi in un’atmosfera retrò di abiti ed accessori che hanno fatto la vera storia della moda dagli anni cinquanta agli anni novanta.
 Sfilate, esibizioni e contest accompagneranno la mostra-mercato. Tre appuntamenti con il cinema direttamente dal Mecal Film Festival di Barcellona, mentre mostre di arte contemporanea affiancheranno Japanese Beauty, esposizione di stilisti giapponesi come Garçons, Issey Miyake e Yohji Yamamoto. Live concert delle Sisters del Chiambretti Night, dj Dimitri from Paris griffe del French Touch e la Petit Orchestre in chiusura nello storico Caffè Pedrocchi. E poi i workhop gratuiti tenuti da Maria Luisa Frisa, fashion curator della “Fondazione Pitti Immagine Discovery”, Carla Gozzi direttamente dal programma cult “Ma come ti vesti?!”, Marco Zito e Joe Velluto, A.N.G.E.L.O., Jonathan Kashanian e molti altri.

Qui alcuni scatti dei fotografi Mattia Balsamini ed Enrico Caputo, in arte Matt&Harry, che hanno firmato la locandina ufficiale del festival, e saranno protagonisti del laboratorio creativo “Shoot, Share, Get noticed“.

T.iG.er

Per info: www.vintagefestival.org

Ti è piaciuto? Aggiungi un commento!

comments